Sei in: :Home/Articoli/Microsoft

Microsoft News

Sviluppi normativi per l’Intelligenza Artificiale: il contributo del NIST e la sfida europea

Il 29 aprile 2024, il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti (DoC) ha reso noto che il National Institute of Standards and Technology (NIST) ha diffuso 4 documenti riguardanti l'intelligenza artificiale (IA), seguendo il Decreto del Presidente sull'IA sicura, affidabile e responsabile, emesso 180 giorni prima. Questi documenti, elaborati dal NIST, sono stati concepiti come

L’interoperabilità dei dati e il consenso nei modelli commerciali digitali

L'interoperabilità dei dati e il consenso nei modelli commerciali digitali: il parere chiave dell'EDPB e le implicazioni per la privacy nell'UE. Durante l'ultima sessione plenaria, l'European Data Protection Board (EDPB) ha rilasciato un parere significativo che riguarda la discussione attuale sulla privacy e il trattamento dei dati personali nel contesto commerciale digitale. Questo parere si

Decreti ministeriali e diritti dei contribuenti: il bilanciamento tra tecnologia e protezione legale

Il 24 aprile, il viceministro dell'economia Maurizio Leo ha firmato un decreto ministeriale che identifica dettagliatamente tali atti esclusi dal principio generale del contraddittorio, come stabilito dal decreto legislativo sulla riforma dello Statuto del Contribuente, uno dei decreti attuativi della riforma fiscale. Questo decreto ha anticipato l'entrata in vigore del principio del contraddittorio: pur preservando

Trasparenza nell’era digitale: Il DSA e le sfide delle grandi piattaforme

Nel mondo digitale delle grandi piattaforme, la trasparenza nella pubblicità è diventata un tema cruciale, soprattutto alla luce del Digital Services Act (DSA) introdotto in Europa. Questo regolamento mira a garantire che le grandi piattaforme online forniscano agli utenti biblioteche di annunci pubblicitari accessibili e completi, che includano informazioni dettagliate sugli inserzionisti e sui criteri

Come bilanciare l’innovazione e la regolamentazione nell’era dell’Intelligenza Artificiale

Dopo l'approvazione dell'AI Act, il dibattito si è acceso, evidenziando visioni contrastanti tra coloro che applaudono l'impegno dell'Unione Europea e chi teme che una regolamentazione eccessiva possa rallentare l'innovazione e compromettere la competitività. Questo scenario mette in luce l'importanza di trovare un equilibrio tra regole rigide e strumenti più flessibili nella governance tecnologica, valorizzando gli

Guidare la trasformazione digitale: il nuovo Piano Triennale per l’Informatica nella PA 2024-2026

Il nuovo Piano Triennale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione 2024-2026 traccia una mappa per guidare la trasformazione digitale del settore pubblico e del Paese nel suo complesso. Rispetto alle versioni precedenti, questo piano presenta modifiche nella sua struttura e approfondisce specifici argomenti per supportare in modo più efficace le amministrazioni pubbliche nell'implementazione e nella gestione

La pronuncia della Cassazione sull’acquisizione dei messaggi criptati

La recente sentenza della Cassazione del 4 aprile ha affrontato la questione dell'acquisizione dei messaggi Whatsapp, particolarmente rilevante in ambito penale data la loro criptazione e la conservazione sui server esteri. È noto il fatto che, l'acquisizione di dati informatici, compresi i messaggi Whatsapp, era regolata dall'articolo 234 bis del Codice di procedura penale. Tuttavia,

American Privacy Rights Act: verso una tutela equilibrata della privacy negli Stati Uniti

Il 7 aprile 2024 è stata introdotta una nuova proposta di legge federale sugli Stati Uniti riguardante la privacy, denominata American Privacy Rights Act (APRA), con l'obiettivo di stabilire standard minimi federali per la protezione dei dati e la sicurezza informatica nel paese. Questa iniziativa bipartisan mira a unificare le normative sulla privacy a livello

Controversie sulla privacy e sui modelli di sconto

L'associazione europea dei consumatori (BEUC) ha recentemente depositato alcuni reclami contro Meta presso le autorità nazionali per la protezione dei dati, sottolineando che il gigante tecnologico non rispetta i principi fondamentali del GDPR come il trattamento corretto, la minimizzazione dei dati e la limitazione delle finalità. In particolare, l'accusa riguarda l'utilizzo dell'ingannevole metodo "paga o

La nuova direttiva UE sulla responsabilità per i prodotti difettosi

Il 12 marzo 2024, il Parlamento europeo ha approvato la versione definitiva della nuova direttiva sulla responsabilità per i prodotti difettosi, che mira a aggiornare la versione precedente del 1985 e ad introdurre nuove regole per i danni causati da prodotti tecnologici, compresi software e sistemi di intelligenza artificiale. Tale aggiornamento mira a semplificare l'accesso

Torna in cima